Agenzia di comunicazione per eventi legati a musica, festival, manifestazioni, viaggi, cultura, enogastronomia

L’IMPORTANZA  DELLA MUSICA “DAL VIVO”

In molti, in questo periodo di sospensione degli eventi musicali e culturali in generale, stanno sentendo la mancanza del “clima da concerto”, compresi i più insospettabili che, in mancanza di altro, sono persino diventati sportivi accaniti. Per chi, come noi, vive la musica live ogni settimana, sia da spettatore, da organizzatore, o da musicista, sta davvero una sofferenza notevole lo stop di questo periodo. In questi giorni stiamo tutti scoprendo quando sia fondamentale il settore che possiamo chiamare “concerti ed eventi” nella nostra vita quotidiana.

Live Music

La musica live ha infatti un sacco di “proprietà” benefiche, proprio come fosse una sostanza indispensabile per il perfetto funzionamento del nostro organismo. Numerosi studi hanno dimostrato come andare a concerti con regolarità allunghi la vita: la musica del vivo aumenta notevolmente il nostro senso di benessere, ad una crescita del senso di comunità e all’aumento della propria autostima. Inoltre, è ancora più importante sottolineare che quella che trae maggiori benefici dai concerti è la nostra mente perché in queste situazioni riceve moltissimi stimoli diversi.

Ora come ora che siamo costretti a rinunciare a questo lato della vita e della musica è il momento giusto per riflettere, tra gli altri, anche su questi punti per poi tornare, quando sarà finita l’emergenza, a dar ancora più valore agli eventi culturali “live” e a tante cose che ci sembravano scontate. Le numerose iniziative di concerti in streaming e dirette Facebook, da una parte sono proprio la prova di questa necessità intrinseca del musicista di vivere la dimensione del concerto e dall’altra sono un modo alternativo per il pubblico di supportare gli artisti e far sentire loro che continuiamo a seguirli nonostante la distanza.

Tutto ciò appaga almeno in parte quella voglia, oggi costretta a sopire, di andare a vedersi un bel concerto con tutti i benefici che offre.  Sì perché i concerti di giovamenti ce ne procurano davvero tanti! Ad esempio, le numerose emozioni che una situazione live può regalare sono molteplici e diverse: lo stupore che emerge quando i musicisti creano giochi sonori strani, l’adrenalina che scorre a fiumi durante gli assoli, la pelle d’oca che si forma quando la band si lancia in trascendenti cavalcate sonore, e l’emozione di poterli incontrare una volta finita la performance e scoprirli più uguali a noi di quanto immaginavamo.

E poi, vogliamo parlare delle nuove amicizie? I concerti sono dei momenti perfetti per conoscere nuove persone che condividono la nostra stessa passione e che magari, col tempo, possono diventare addirittura i nostri migliori amici. Ad un concerto dal vivo poi si ha la possibilità di conoscere personalmente i musicisti che si esibiscono sul palco, e soprattutto di esprimere direttamente il sentimento di gratitudine che ci pervade alla fine di ogni concerto, uno dei motori fondamentali di ogni forma d’arte.

Perché in fondo il musicista come il pittore, il ballerino, il poeta, l’attore e tutti gli artisti in generale, anela ad essere “visto”, riconosciuto, apprezzato e ad uscire dal suo guscio, tramite il veicolo della sua espressione artistica. E mai come ora possiamo capire quanto si possa desiderare di uscire dal guscio, di non essere soli e di ricevere un feedback da altri esseri umani.

Forse questa condizione, comunque privilegiata, di detenzione forzata, ci aiuterà ad apprezzare i momenti belli della vita, e a desiderare di viverli non attraverso uno schermo ma di persona, respirando dal vero le emozioni che la tecnologia non potrà mai riprodurre pienamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *